Menu
Le gite scolastiche, che spettacolo !

Il Parco Natura Viva di Bussolengo (Verona), un grande progetto a tutela degli animali In evidenza

Il Parco Natura Viva di Bussolengo (Verona), un grande progetto a tutela degli animali

"GRAZIE !" AL PARCO NATURA VIVA

L’impegnativo ruolo che il Parco Natura Viva di Bussolengo (in provincia di Verona) si è assunto, quale centro tutela di specie animali minacciate d’estinzione, è tanto ambizioso quanto stimolante. Oggi le funzioni istituzionali di un moderno giardino zoologico abbracciano la conservazione della biodiversità sotto molteplici aspetti e si possono riassumere in tre fondamenti: 1) Conservazione
delle specie minacciate; 2) Ricerca; 3) Divulgazione naturalistica. Questi sono gli strumenti di cui disponiamo per realizzare e promuovere la conservazione degli animali e dei loro habitat a livello mondiale. Il Parco, nel corso dei suoi oltre 35 anni di storia, ha sempre più visto se stesso come un luogo dove la gente possa essere motivata alla causa della conservazione della biodiversità, aumentando i propri sforzi nella creazione di programmi di educazione ed informazione alla conservazione ed in ricerche improntate alla salvaguardia delle popolazioni animali e dei loro habitat. Dalla fondazione dei giardini zoologici moderni, avvenuta circa 250 anni fa, data dell’inaugurazione del parco zoologico di Vienna, la divulgazione scientifica delle conoscenze sugli animali al pubblico è stata uno dei fondamentali scopi istituzionali. All'origine le collezioni di animali venivano organizzate dalle antiche famiglie regnanti in Europa, promotrici delle campagne di esplorazione di nuovi territori. Questi nuovi ambienti ospitavano animali sconosciuti e fantastici di cui si conosceva ancora poco e che incuriosivano non solo i ricercatori, ma anche la gente comune. I giardini zoologici o “Menagerie” da collezioni private divennero pubblici ed il loro ruolo educativo risultò di grande importanza. Attorno a questi luoghi vennero fondate alcune delle più prestigiose Società Zoologiche, vere e proprie istituzioni scientifiche dedicate allo studio delle caratteristiche animali.
Ai giorni nostri l’insostituibile importanza di un parco zoologico risulta essere l’empatia che la vista di un esemplare vivo davanti ai nostri occhi ci sa ancora dare. Ed è questo coinvolgimento emotivo che permette ai giardini zoologici di divenire degli efficaci Centri di Educazione Ambientale dove poter affrontare con il visitatore le tematiche ambientali che minano la sopravvivenza degli animali e dei loro luoghi d’origine. Attualmente uno dei ruoli più importanti dei parchi zoologici è quello di favorire una presa di coscienza ambientalista nella popolazione in visita, promuovendo campagne di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore di progetti di conservazione in natura. Considerando che ogni anno circa 850 milioni di visitatori nel mondo visitano uno zoo, e che la maggior parte di questi sono bambini o ragazzi, è facile comprendere l’importanza del messaggio educativo che può essere trasmesso al pubblico. Cosciente di quanto sopra esposto il Dipartimento Educativo del Parco, attivo ormai da oltre 15 anni, è sempre più orientato a creare un link tra il suo pubblico, in particolare quello scolastico ma non solo, gli animali e gli ambienti naturali minacciati. A tal fine negli ultimi anni il settore educativo sta sviluppando e promuovendo un progetto didattico “I guardiani delle foreste” finalizzato alla comprensione delle problematiche ambientali di alcuni hot spot per la salvaguardia della biodiversità mondiale, come l’Ecuador ed il Madagascar, paesi di origine di alcune delle specie più carismatiche del Parco: l’orso Andino o dagli occhiali ed i lemuri.
La particolarità di tali progetti è che si sviluppano sia:
- in Italia, con appunto progetti educativi e conoscitivi su questi paesi, la loro fauna ed i problemi ambientali che mettono in pericolo la loro ricca biodiversità;
- in Ecuador e Madagascar, dove il Parco sostiene progetti di ricerca e conservazione degli ambienti a rischio, e di sensibilizzazione e formazione della popolazione locale.
Lo scopo è coinvolgere le scuole interessate, nel progetto in-situ attraverso varie forme di raccolta fondi o solidarietà con le popolazioni locali. Per agevolare la comprensione delle tematiche trattate ed accattivarsi l’attenzione dei più piccoli, il Parco si è preso in carico la traduzione e la stampa in italiano di una graziosa favola ambientalista dal titolo “Lo scarabeo d’oro”. Quest’ultima narra le vicissitudini di tre animali dell’Ecuador che passano da un avventura all'altra e descrive ai più piccoli i problemi di questo Paese lontano. In qualità di coordinatori europei del progetto “Scarabeo d’oro” il Parco, dopo aver verificato l’efficacia del messaggio ambientalista diffuso attraverso la favola, ha pensato realizzare la trasposizione teatrale della suddetta favola. Durante l’estate, il Parco accoglie diversi studenti degli istituti superiori nell'ambito di corsi formativi estivi, come coronamento di progetti di educazione ambientale ed approfondimento delle conoscenze zoologiche concordati con i docenti durante l’anno scolastico. Gli studenti vengono seguiti nella realizzazione di lavori di ricerca nell'ambito scientifico e didattico, stimolati dai tutor interni del parco a migliorare le loro capacità di progettazione ed organizzazione del lavoro di gruppo, nonché il loro grado di autonomia nel ricercare le informazioni e svolgere il proprio compito.
Il Parco Natura Viva, con la sua enorme ricchezza di stimoli naturali, è un luogo perfetto per risvegliare tutti i sensi. Per questo da alcuni anni il Parco è promotore del progetto Natura Amica, attività di pet therapy volta ad offrire a tutte le persone con qualche disagio fisico o psichico l’opportunità di vivere il giardino zoologico in modo molto più originale, unico e coinvolgente. Previa prenotazione, i gruppi di disabili in visita al Parco possono vivere l’emozionante esperienza di incontrare da vicino un pitone reale o le gigantesche testuggini delle Seychelles, di accarezzare un coniglietto, una cavia o una tartaruga, di nutrire capre, maialini, asinelli e pecore, di preparare dei “giochi” per gli orsi, i pappagalli o i lupi. Il rapporto tra utenti ed animali è sempre supervisionato e gestito dalla presenza del personale del Parco che, possedendo competenze sia dal punto di vista umano, sia dal punto di vista animale, è sempre in grado di mediare garantendo il rispetto delle esigenze di tutti. Lo stato di salute così come il benessere psico-fisico degli animali, che sono comunque stati abituati con specifico training per partecipare a queste attività, è costantemente monitorato dall'équipe della struttura. Possibilità di pranzare a prezzi particolarmente competitivi!

PARCO NATURA VIVA
Località Figara, 40 - 37012 Bussolengo (VR)
Tel. +39 045 7170113 - Fax +39 045 6770247
www.parconaturaviva.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Video

IL VIDEO UFFICIALE DEL PARCO NATURA VIVA

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto